Stagione 2023/2024


Cartellone spettacoli


Ottobre 2023

SERATA OMICIDIO

SERATA OMICIDIO

Di Giuseppe Sorgi

 

Immaginate di leggere su un sito web una misteriosa inserzione: giorno, ora e indirizzo in cui un delitto avrà luogo. L'indirizzo è quello di casa vostra.

Questo è quello che succede ad Angela ed Emma, due amiche impegnate in un trasloco. Uno scherzo, sicuramente.

Eppure la sera in questione si recano sul “luogo del delitto” alcuni ospiti inattesi, ognuno spinto da motivazioni diverse. Dalla detective appassionata di gialli, alla fidanzata ossessiva paranoica, all'affascinante e misteriosa vedova, il giallo diventa immediatamente commedia.

Il pubblico assisterà in diretta a un'indagine assurda e strampalata, in cui i personaggi e i loro caratteri sopra le righe la faranno da padrone.

Uno spettacolo in cui le allusioni ai più grandi personaggi del giallo si mescolano perfettamente con il ritmo e il mistero da risolvere.

E quando i fatti volgeranno al peggio, sfuggendo imprevedibilmente di mano ai presenti, quel gioco comico e mortale esigerà una soluzione.

Chi ha premeditato il tutto? Perché? E infine come l’assassino è riuscito a tessere le fila della sua “Serata omicidio”?

 

Regia di Corrado Vallerotti

In scena: Leonora Arnolfo, Chiara Miolano, Gabriella Pereyra, Luana Pes, Matteo Rosso e Laura Sassone

Luci e suoni: Franco Carletti

 

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Teatro del Marchesato al numero 3336979063 o alla mail: teatro.marchesato@gmail.com.

 


Dicembre 2023

IL DIAVOLO FA LE PENTOLE MA NON I COPERCHI

Regia di Ugo Rizzato

Due atti comicissimi di Ugo Rizzato ispirati ai grandi Vaudeville francesi di fine ottocento.

Siamo nella Parigi di fine ottocento, manca un anno alla prima edizione della prima olimpiade dell'era moderna : “ Atene 1896”, tant'è vero che l'espediente “olimpiade” è il filo conduttore della bugia messa in atto dal protagonista: Louis Philippe, marito di Valerie, la bugia che porterà a mille rocambolesche, nonché divertentissime, dissavventure sentimentali. Ogni personaggio di

questa commedia, ispirata dai grandi autori francesi: Feydeau, Labiche ed Hennequin, da cui molti spunti comici sono stati presi a prestito, creano

l' elemento essenziale per l'intreccio comico.

La storia coinvolge tutti i personaggi fin dal primo istante, la bugia di Louis Philippe è un masso che rotola fino alla fine, coinvolgendo tutto e tutti, e sicuramente anche il pubblico.

La trama è il continuo e reiterato desiderio maschilista, nonché infantile, di un uomo attempato ma sposato il quale, annoiato dalla routine casalinga, non cessa di correr dietro alle giovani e attraenti parigine.

La sua ultima conquista è la giovane ed attraente Nanette, per la quale Louis-Philippe ha perso la testa. Malgrado la differenza di età, Nanette mette alle strette Louis insistendo nel matrimonio .Tutto accade così in fretta che al fedigrafo Louis serve l'aiuto di Etienne, il suo fidato amico per,

diplomaticamente, facilitare il divorzio dall'ignara Valerie e soprattutto per dipanare la matassa in cui via via si è andato ad infilare.

Una sequenza di avvenimenti: vecchi amori, rivali in amore, suocere ambigue , poliziotti dalla dubbia morale ed amanti inaspettati, renderanno la vita di Louis ed Etienne un vero inferno, in cui il Diavolo ha magistralmente fatto le pentole, ma non i coperchi.

 

Gli attori in scena sono Louis Philippe Leroy / Ugo Rizzato - Valerie Leroy / Gabriella Molineri - Étienne Bartelemy Durand / Lionello Nardo - Nanette / Chiara Miolano - Madame Martin /Roberta Ramundi - Monsierur Lefebvre / Marino Galizio - Roxane / Francesca Luciano

Dominique / Giorgio Lusso

Musiche e luci di Franco Carletti - Scenografia di Ugo Rizzato , Lionello Nardo , Marino Felice

Galizio - Costumi di Daniela Roasio 

 


Febbraio 2024

TRE DONNE ALL'INFERNO

Compagnia “Rossoinvaligia”

 

Atto unico liberamente ispirato a “L’aria è piena di cromosomi pericolosi” di

G. Bertolusso

 

In questa messa in scena Maria, Rosa e Francesca, le tre donne del testo originale, precipitano in un unico luogo dove, partendo dal grande senso di solitudine che ciascuno dei personaggi vive, confessano crudamente quello che normalmente si terrebbe nascosto: la fatica di essere madri che sconfina con il desiderio d’infanticidio, il desiderio di una sessualità più fluida represso in un mondo aziendale che ti vuole sempre conforme e l’odio per il proprio corpo che si trasforma in odio sociale verso le altre.

 

Il senso di colpa che pervade sottilmente ognuno dei personaggi ha fornito su un piatto d’argento l’idea di dove far incontrare le nostre peccatrici senza vergogna: all’inferno.

All’inferno. Qui, sorprendentemente, le cose si muovono, cambiano, evolvono. Un inferno che muta forma, a volte un po’ kitsch e assurdo, un po’ sala d’aspetto, un po’ prigione, un po’ deserto buio e sconfinato.

 

Il lasciapassare per la rinascita di queste donne diventa proprio il loro incontrarsi: da questo conoscersi e parlare di sé le une alle altre, dal loro condividere la paura e l’esperienza mostruosa, scaturisce qualcosa che ammorbidisce la crudeltà originaria del testo, la crudeltà del mondo e quella che i personaggi infliggono a loro stesse.

Persino all’inferno viene data una seconda chance e ne abbiamo le prove! 

 

 


Marzo 2024

LA SCUOLA DELLE MOGLI

Regia di Lionello Nardo

Compagnia “Teatro del Marchesato”

 

Tratto dal testo di Molière

Regia: Lionello Nardo 

 

Arnolfo, un anziano signorotto, inasprito da brutte esperienze giovanili, teme, sopra ogni cosa, il disonore di portare "le corna".

Convinto della propria saggezza non esita a sbeffeggiare i suoi concittadini, vittime, a suo dire, della leggerezza con cui permettono alle proprie mogli di coltivare amicizie maschili.

Ormai avanti con gli anni, ha deciso da tempo di sposarsi, ma per evitare ogni rischio, lo farà secondo un suo piano ben preciso: la moglie che prenderà sarà quella da lui scelta quand'era bambina e che ha avuto cura di crescere in isolamento e nella più completa ignoranza delle cose del mondo.

Ma l'Amore può essere tenuto a freno o guidato in qualche modo?

E la determinazione di una donna innamorata non troverà sempre il modo di aggirare ogni ostacolo?

 

 

 


Maggio 2024

CASA DI BAMBOLA

Regia di Lucetta Paschetta


Seguici su Facebook





Condividi:

CIRCOLO TEATRO DEL MARCHESATO

Piazza Liderico Vineis, 11 - Saluzzo (CN)

E-mail: teatro.marchesato@gmail.com